Skip to content Skip to footer
Jane Campion premiata al Festival di Locarno

Festival di Locarno, un premio speciale per Jane Campion

Festival di Locarno, è arrivata da poco la notizia che la regista neo-zelandese Jane Campion riceverà un premio speciale. Ecco tutti i dettagli.

Un viaggio estivo in Svizzera attende la regista Jane Campion, che quest’estate andrà a prendersi il premio onorario che le è stato assegnato in occasione della 77ª edizione del Festival di Locarno, in programma dal 7 al 17 agosto.

La regista sarà insignita del Pardo d’Onore Manor Award del festival per il suo eccezionale contributo al cinema in una cerimonia che svolgerà il 16 agosto in  Piazza Grande. Come parte delle celebrazioni onorarie, due film di Campion verranno proiettati al festival: Un angelo alla mia tavola (1990) e Lezioni di piano (1993).

Proprio il suo film più celebre, vincitore dell’Oscar per la Migliore sceneggiatura originale nel 1994, sarà proiettato in nuova versione restaurata in 4K. Campion presenzierà anche ad una sessione di domande e risposte sul palco al Forum @ Spazio Cinema il 17 agosto.

Una scena di Lezioni di piano, film di Jane Campion che verrà proiettato in versione restaurata al Festival di Locarno

Festival di Locarno, le parole del direttore artistico Nazzaro

Queste le parole del direttore artistico di Locarno Giona A. Nazzaro all’annuncio del premio alla regista: “Con il suo esordio alla regia, Sweetie (1989), Jane Campion si è affermata fin dall’inizio come una voce distintiva e inconfondibile. A più di trent’anni di distanza, i valori e le straordinarie qualità del suo fare cinema rimangono immutati.

Campion ha mantenuto una genuina complessità nella sua pratica artistica, libera di intessere un dialogo con il pubblico e con l’industria cinematografica in cui lavora senza mai compromettere la sua visione e le sue ambizioni artistiche.

Il suo lavoro, popolato da personaggi tormentati e affascinanti e contrassegnato da una sorprendente abilità nel confrontarsi con gli aspetti più disturbanti della condizione umana, rappresenta uno dei pinnacoli indiscussi del cinema contemporaneo.

La libertà artistica di Jane Campion e la sua volontà di correre rischi per trovare nuove e più profonde intuizioni sulla ricchezza e le complessità dell’esperienza umana la rendono un punto di riferimento senza pari per chiunque pensi al cinema come strumento di espressione ed emancipazione. Offrire il Pardo d’Onore a Jane Campion significa – oggi – accogliere il cinema in tutte le sue infinite possibilità e guardare al futuro senza paura.”

Pardo d’Onore, i vincitori del passato

Prima di lei, a vincere il Pardo d’Onore sono stati registi e autori del calibro di Marco Bellocchio, Bernardo Bertolucci, Michael Cimino, Manoel de Oliveira, Jean-Luc Godard, Werner Herzog, Ken Loach, Kelly Reichardt, Agnès Varda e John Waters.