Skip to content Skip to footer
Odio l'estate

Odio l’estate: Aldo, Giovanni e Giacomo tornano alle origini

È disponibile su Netflix Odio l’estate, film del 2020 diretto da Massimo Venier che vede il ritorno sul grande schermo di Aldo, Giovanni e Giacomo.

Dopo il deludente Fuga da Reuma Park del 2016, considerato il punto più basso della loro carriera, Aldo, Giovanni e Giacomo hanno cercato di riconquistare il cuore del pubblico con Odio l’estate. Questo film del 2020 segna un ritorno alle origini, puntando sulla comicità semplice e sulle dinamiche umane che avevano reso celebri i loro successi precedenti. Dopo anni di esperimenti e progetti meno riusciti, il trio ha deciso di tornare a un format più vicino al loro stile caratteristico, fatto di humor surreale, situazioni paradossali e personaggi eccentrici.

La trama di Odio l’estate

Diretto da Massimo Venier, collaboratore storico del trio, il film racconta la storia di tre famiglie che, a causa di un errore di prenotazione, si ritrovano a dover condividere la stessa casa per le vacanze estive. Aldo, interpretato da Aldo Baglio, è un fannullone ottimista che non riesce a fare a meno di attirare guai; Giovanni, interpretato da Giovanni Storti, è un uomo d’affari ossessivo-compulsivo con problemi finanziari; Giacomo, interpretato da Giacomo Poretti, è un dentista affermato con una famiglia apparentemente perfetta che, però, nasconde qualcosa. Le loro interazioni, inizialmente conflittuali, si sviluppano in situazioni esilaranti e impreviste che mettono alla prova le loro capacità di convivenza e di superamento delle difficoltà.

Cast e regia

Il cast del film è arricchito dalle presenze di Lucia Mascino, Carlotta Natoli e Maria Di Biase nei ruoli delle rispettive mogli, figure che aggiungono profondità e umanità alle dinamiche familiari rappresentate. Michele Placido appare in un cameo significativo che aggiunge un tocco di classe alla narrazione. La regia di Massimo Venier, con cui il trio ha collaborato in passato con successi come Tre uomini e una gamba e Chiedimi se sono felice, riesce a catturare quella miscela unica di comicità visiva e profondità emotiva che ha sempre caratterizzato il loro miglior lavoro.

Odio l'estate

Odio l’estate omaggia il passato ma…

Odio l’estate contiene numerosi omaggi ai film passati del trio, con citazioni e situazioni che i fan di lunga data apprezzeranno, creando un senso di continuità e nostalgia. Questo è evidente sia nei dialoghi che nelle scenografie, che ricordano i loro successi precedenti senza mai cadere nel cliché. Il finale del film riesce a toccare le corde emotive del pubblico senza risultare banale, trovando un equilibrio perfetto tra risate e riflessioni sulla natura delle relazioni umane e sulla crescita personale.

Tuttavia, non tutto è perfetto: alcune gag risultano un po’ forzate e alcuni richiami al passato sembrano poco utili ai fini narrativi, dando l’impressione di essere inseriti più per soddisfare i fan che per servire la storia. Inoltre, le sottotrame dei personaggi secondari sono sviluppate con meno cura rispetto alle principali, risultando spesso abbandonate al proprio destino senza uno sviluppo o una conclusione soddisfacenti.

In conclusione

In conclusione, Odio l’estate non è forse il miglior film di Aldo, Giovanni e Giacomo, ma rappresenta senza dubbio un ritorno gradito alle loro radici comiche e un passo avanti rispetto al recente passato. Questo film sembra quasi un tributo alla carriera del trio, capace di far ridere e riflettere, confermando che Aldo, Giovanni e Giacomo hanno ancora molto da dire e da dare.

Recensione a tre stelle su Almanacco Cinema