Skip to content Skip to footer
Quo Vadis?

Quo Vadis? Torna la rassegna estiva al Colosseo

Per il terzo anno consecutivo torna a Roma Quo Vadis?, la rassegna cinematografica promossa dalla Cineteca Nazionale e dal Parco archeologico del Colosseo.

Dopo Il fascino dell’antico in 10 grandi film e Un giro del mondo tra film e città, questa volta è il turno di una vera e propria dedica alla Città Eterna con Quo Vadis? Al cinema nel cuore di Roma, dall’8 al 17 luglio.

Roma vista dallo sguardo dei maestri del cinema, dal dopoguerra ai giorni nostri: un cambio di pelle continuo di una città che tuttavia è sempre uguale a sé stessa.

Il famoso “museo a cielo aperto”, felice espressione con cui in tanti amano descriverla, “che la macchina da presa ha fedelmente riprodotto e rielaborato sotto lo sguardo di registi, spesso venuti da altre parte d’Italia, colpiti e storditi dal fascino ammaliante della Capitale […]”.

Quo Vadis?, i luoghi iconici

Molti sono infatti i suoi luoghi interni ed esterni che ci vengono proposti sullo schermo, con scene cinematografiche divenute di culto.

Tra questi: Cinecittà in Bellissima di Luchino Visconti, i monumenti incontrati durante il giro in Vespa di Audrey Hepburn e Gregory Peck in Vacanze romane di William Wyler, piazza del Popolo nel finale di C’eravamo tanto amati, i quartieri residenziali de L’odore della notte di Claudio Caligari.

O ancora, per ricordare film di più recente data: la terrazza de La grande bellezza di Paolo Sorrentino, il Tevere radioattivo di Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti, la periferia di Fortunata di Sergio Castellitto.

E a proposito del Presidente del Centro Sperimentale di Cinematografia, anche lui ha voluto spendere delle parole per raccontare le serate di proiezione:

“Iniziative come Quo Vadis?, risvegliano l’amore per il cinema nel pubblico di tutte le età e provenienze grazie alla magia di una location unica al mondo, il Tempio di Venere e Roma – che è l’unica metropoli del mondo antico a vivere nell’età contemporanea e sicuramente una delle città più filmate al mondo nelle sue uniche location”, ha detto.

“La terza edizione traccia un percorso affascinante, nel tempo e nello spazio, dalla Roma imperiale a quella della dolce vita, dalla Roma di Totò a quella di Jeeg Robot, da quella di Anna Magnani alla grande bellezza di Sorrentino, da quella di Scola al romanzo criminale di Caligari fino ad arrivare ad una Roma estrema e periferica, alle spalle di Jasmine Trinca, in Fortunata: sarà per me particolarmente emozionante, essendone l’autore, poterlo presentare e offrire nel museo a cielo aperto che è questa città”.

Quo Vadis?, una scena da C'eravamo tanto amati

I film, gratuiti, sono in versione originale con sottotitoli in italiano; quelli italiani sono in versione originale con sottotitoli in inglese.

I lungometraggi saranno accompagnati da incontri con varie personalità dello spettacolo, mediati da Claudio De Pasqualis. Per conoscerli tutti e avere informazioni sulle prenotazioni è possibile consultare il programma.